bebe

Il bambino ha davvero bisogno del ciuccio?

Tutti, al momento di essere genitori, abbiamo sollevato almeno una volta questa domanda. La necessità o meno dell’uso del ciuccio è una domanda che continua a creare dubbi e opinioni diverse. Successivamente affronteremo questo argomento con consigli utili e opinioni professionali per dare risposte a tutte le vostre incertezze.
Si pensa sempre più che la necessità di un ciuccio sia relativa. Tuttavia, occasionalmente il ciuccio potrebbe non avere controindicazioni e potrebbe anche essere conveniente per il bambino.

bebe

I bambini sono nati dalla natura con l’istinto di succhiare. L’allattare è un atto naturale che li nutre, ma è anche un’attività che li rilassa e li calma. Inoltre, l’azione di aspirazione da parte del bambino è necessaria per la secrezione del latte materno. Soprattutto, all’inizio della maternità fino a quando la produzione di latte è regolare, cosa che di solito accade in breve tempo.
Per questo motivo il ciuccio è scoraggiato nei primi giorni dopo la nascita. Almeno fino alla regolazione della produzione di latte. Tuttavia, a volte, il ciuccio viene introdotto prematuramente, quando la madre secerne latte in eccesso o insufficiente. Anche quando ha crepe o fastidi, o quando il bambino non viene attaccato bene.

bebe

L’inclusione prima che l’allattamento al seno sia regolata, può interferire con la produzione di latte , rendendo il latte scarso e / o meno nutriente. Per questo motivo è consigliabile attendere che la segregazione del latte sia continua e regolata. Succede all’incirca dopo due settimane o un mese.
Quando l’allattamento al seno è regolato, si può decidere se è conveniente che il nostro bambino usi il ciuccio o meno. Ovviamente è una decisione dei genitori.

Il bambino può continuare senza un ciuccio in modo naturale

bebe

A volte i bambini allattati al seno dal momento della nascita di solito non accettano bene il ciuccio. Ciò accade spesso quando l’allattamento al seno viene fatto su richiesta o quando al bambino è permesso di allattare per rilassarsi, di solito prima di andare a dormire.
Per i genitori è tempo di decidere se introdurre il ciuccio o meno. E per questo è necessario considerare le diverse circostanze dell’ambiente del bambino.
L’allattamento al seno spesso causa disagio ai capezzoli, che a volte possono essere dolorosi, causando screpolature e arrossamenti. L’allattamento al seno può essere un atto affascinante ma allo stesso tempo estenuante per la madre, a causa della sua costante volontà di allattare e rilassare il suo bambino.
Quindi, a volte, l’uso del ciuccio, se ben accettato, può lasciare alcuni momenti della giornata alla madre. Ad esempio per riposare o dedicarsi a sé stessa. In questi casi, dal momento che la domanda di poppare può essere abituale, il ciuccio può offrire un sollievo e far rilassare il bambino senza influire negativamente.

bebe y mama

A volte i bambini quando sono sazi di latte rifiutano il seno, ma continuano con un grande bisogno di poppare. Sicuramente perché l’azione di succhiare li rilassa. Di solito succhiano le mani o qualsiasi cosa a portata di mano. In questi casi sarebbe possibile valutare se utilizzare il ciuccio, in quanto potrebbe aiutarti a rilassarli meglio.
In ogni caso puoi calmare la brama di aspirazione con pazienza e amore senza dargli necessariamente un ciuccio. La scelta rimane ai genitori.

I bambini che già bevono dal biberon solitamente accettano meglio il ciuccio

bebe

E normalmente non interferisce con la tua alimentazione. Sarebbe anche necessario valutare se un ciuccio è adatto per un bambino di peso ridotto o che ha difficoltà di alimentazione. Poiché l’energia spesa nel succhiare il ciuccio, in questi casi può essere considerevole e sottrarre forza di aspirazione al momento del nutrimento.
L’atto di cura, per il tuo bambino (e per te come madre), è più di un semplice momento per nutrire. È un momento unico e intimo, in cui il contatto fisico trascende il lato emotivo del bambino. Questo diventa un momento di scambio di amore e serenità. Questo aspetto dell’allattamento al seno è trascendente, molto importante per lo sviluppo emotivo del bambino.
Naturalmente, il contatto fisico ed emotivo con il bambino non dipenderà dall’uso o meno del ciuccio. Dipenderà dalla qualità del tempo che i genitori trascorrono con loro. E dico qualità e non quantità, perché lo sviluppo emotivo del piccolo dipenderà principalmente dalla qualità del tempo trascorso con lui.

È molto importante che il bambino trasmetta affetto e sicurezza creando un legame emotivo. Le qualità dell’amore che un padre o una madre prova nei confronti del loro bambino.
A questo proposito, il ciuccio dovrebbe essere usato con parsimonia, non per zittire il bambino o come conforto. E di conseguenza è consigliabile non usarlo continuamente. La cosa naturale sarebbe che avesse la bocca libera per poter sperimentare.
Proprio la bocca è uno dei primi organi con cui il bambino sperimenta il mondo che lo circonda. Attraverso di esso, il bambino nota il senso del gusto quando viene nutrito e quindi lo usa spesso con gli oggetti in bocca.

Ovviamente dobbiamo essere consapevoli che le cose e gli oggetti con cui gioca il bambino. Oltre ad essere delle giuste dimensioni e materiale, devono essere adatti ai bambini della loro età. E naturalmente perfettamente pulito e igienico, così come gli oggetti che manipoliamo per l’uso nutritivo o igienico del bambino.

 

Il ciuccio è un oggetto artificiale, che in qualche modo sostituisce il seno della madre. Per ciò, potrebbe essere consentito con moderazione in alcune circostanze precedentemente considerate.
Sempre come supporto aggiuntivo e aiuto puntuale. Non come sostituzione emotiva di affetto e sicurezza del contatto fisico di genitori o tutori.

 

baby sleeping

Il contatto fisico è necessario e importante per il bambino. Dovremmo darlo indipendentemente all’utilizzo puntuale e superfluo del ciuccio.

 

La stessa considerazione dovrebbe essere fatta con l’uso della bottiglia

baby playing

Tenendo conto che l’uso del biberon a volte è addirittura necessario. Il che non impedisce che l’alimentazione del bambino attraverso il biberon non dovrebbe essere fatto con cura e dedizione.
Quindi questo oggetto utile ha una funzione che offre serenità e conforto al bambino. E quindi, puntualmente, può essere pratico e anche conveniente. Per esempio, nei momenti in cui il bambino richiede attenzione immediata o continua e non possiamo permettercelo, o non è possibile. Come quando andiamo in macchina, dobbiamo occuparci di questioni di immediata urgenza o semplicemente per far riposare i genitori. Ogni genitore deve valutare la preferenza da seguire.
Ciò che è importante è che al bambino non manchi l’affetto fisico ed emotivo di base, e che il tempo che trascorriamo con lui o lei, nutrendolo, prendendosi cura di lui/lei e giocando sia di qualità, pieno di affetto e attenzione.
In questo modo, sia allo svezzamento che al momento di lasciare il ciuccio, questo non sarà traumatico per il tuo bambino/a. Perché non si sentirà rifiutato o trascurato, e quindi lo farà gradualmente e senza problemi.
In questo modo lascerà il ciuccio o il seno, a poco a poco, senza accorgersene, in modo naturale e progressivo. Non noterai differenze nel legame affettivo con i genitori o chi li assiste.
Inoltre eviteremo abitudini sbagliate come succhiare il dito o altri oggetti o il tempo di svezzamento o di lasciare il ciuccio è eccessivo. Tuttavia, se tuo figlio/a ha acquisito alcune di queste abitudini, non importa.
Allo stesso modo, con affetto e pazienza, senza alcun tipo di pressione, è conveniente aspettare il tempo che il bambino considera necessario. Così avrai abbastanza tempo per acquisire sicurezza e lasciarli gradualmente da soli, senza fretta.

Il ciuccio genera tranquillità o dipendenza ?

Apparentemente potrebbe generare entrambi. Dipende da come e in quali circostanze viene utilizzato. Successivamente analizzeremo l’impiego abituale che facciamo come genitori o madri o tutori a questo riguardo. In questa modalità identificheremo gli errori e i successi che di solito facciamo nell’uso del ciuccio.
Di solito è consigliabile non usare il ciuccio continuamente, rimuoverlo quando non è necessario ed evitare di creare dipendenza esclusiva da un ciuccio (l’uso di ciucci con colori e forma diversi può essere d’aiuto, al fine di estendere l’esperienza del bambino verso più oggetti e non focalizzarsi su uno solo).

chupete

Un altro aspetto da tenere presente è di non usarlo come consolazione.
Come abbiamo già identificato, questo comportamento da parte di genitori o tutori non è il più appropriato. Soprattutto quando il bambino ha subito un piccolo incidente o è caduto e inizia a piangere. In questi casi è importante generare nel bambino uno stato di sicurezza tale da poter affrontare la situazione senza bisogno di un ciuccio come consolazione o sostituzione di detto stato di sicurezza.
PRESTO ESPANDEREMO IL TEMA DEL CIUCCIO E PARLEREMO DI ARGOMENTI RELATIVI AL MONDO DEL BAMBINO